Connect with us

Calcio

Di Cesare: “Segnare è sempre bello. Sul mio addio sono state scritte tante falsità”

Un gol (di testa) e un calcio di rigore procurato. Valerio Di Cesare è stato sicuramente uno dei migliori in campo. Il 35enne centrale ex Parma ha commentato la sua prima da titolare con la maglia biancorossa: “Segnare è sempre bello, a maggior ragione per un difensore. Mi piace molto sganciarmi in avanti per supportare la fase d’attacco anche se non sto ancora benissimo fisicamente. Non giocavo da tanto tempo, non ho ancora i novanta minuti nella gambe. Ho bisogno di lavorare” le sue parole nel dopogara.

Per Di Cesare si tratta di un ritorno in riva all’Adriatico dopo l’anno e mezzo trascorso nel periodo in cui a governare il club si sono alternati Paparesta e Giancaspro. “Lasciare Parma mi è costato tanto perché lì ho passato un periodo veramente bello con due promozioni di fila ma mi sono trovato fuorilista e dovevo fare una scelta – spiega – E’ capitata questa opportunità e l’ho accettata al volo. Anche perché quando me ne sono andato, a gennaio 2017, ritenevo di aver lasciato un lavoro incompiuto”.

E a proposito del suo addio Di Cesare coglie l’occasione per togliersi qualche sassolino dalle scarpe: “Sono state scritte tante falsità da parte di alcuni giornalisti. Sono stato attaccato non sul piano professionale ma su quello personale. Me ne sono andato da Bari senza dire nulla. Io non sono uno che scrive post strappalacrime sui social per ingraziarsi la piazza. Non mi piace fare polemiche. Preferisco parlare sul campo”. 

In chiusura un pensiero sulla sua nuova squadra: “Siamo un bel gruppo formato da giovani di qualità. Siamo forti ma questo non significa che non dobbiamo stare attenti. Adesso sembra tutto facile ma la strada è ancora lunga”. 

tuttobari.com

Advertisement

Altre notizie in Calcio