Connect with us

Calcio

ADL sugli stadi: “A Bari furono rubati soldi”

Il presidente del Napoli e patron del Bari, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto così sul delicato argomento ‘stadi‘, sempre più obsoleti e vacanti. Almeno in Italia: “Il problema degli stadi va visto nella mancanza di un politico con la fermezza ad esempio della Thatcher che con una legge portò all’innovazione. Via la violenza, neanche in piedi allo stadio, questori per ogni singolo stadio con prigioni, per 3-4 anni si sono svuotati ma piano piano si sono ripopolati con le famiglie ed i bambini e li hanno rifatti. In Italia nel ’90 si sono rubati i soldi, a Bari ad esempio l’hanno fatto nuovo sovra-strutturandolo, oltre 70mila, ma nessuno s’è reso conto della virtualizzazione. Io ricordo nel ’99 quando mi presentai con 120 miliardi per prendere il Napoli di Ferlaino, vi aspettavate i nomi di campioni da prendere, vi feci un discorso sullo stadio virtuale, nessuno capì nulla e andarono via delusi. Sconcerti mi venne a trovare e mi disse ‘che delusione’, ma io devo avere vision. L’imprenditore combina produzione e mercato, non posso fare il tifoso se voglio assicurare futuro al mio club ed a questi colori. Non dimentichiamo anche il problema della delinquenza organizzata di certi stadi, io mio nipote non ce lo manderei allo stadio dove gli urlano ‘quel posto è mio'” si legge su tuttonapoli.net.

Advertisement

Altre notizie in Calcio